Bonus bebè 2012 Regione Piemonte

Anche BioSassi aderisce al programma “Voucher regionale Bonus Bebè Regione Piemonte” , rivolto a tutte le famiglie che abbiano avuto un bimbo nel periodo dal 01/01/2012 al 31/12/2012.

Cos’è

La Regione Piemonte mette a disposizione delle famiglie il Bonus Bebè, che consiste in 25 voucher da 10 euro l’uno, chiamati Buoni Bebè, del valore complessivo di 250 euro per ogni nuovo nato, spendibili nei negozi convenzionati per l’acquisto di prodotti per l’igiene e per l’alimentazione della prima infanzia.

Avviso importante:

La Giunta Regionale del Piemonte con la deliberazione n. 44-5166 del 28.12.2012 ha modificato la modalità di erogazione del bonus bebè 2012.

Il bonus bebè, per l’anno 2012, verrà erogato tramite liquidazione per cassa, presso sportello bancario, direttamente al genitore avente diritto.

Vedi: http://www.regione.piemonte.it/sanita/cms/in-primo-piano/1516-bonus-bebe-2012.html

BioSassi e Buoni Bebè (voucher Bonus Bebè Regione Piemonte)

BioSassi ha sottoscritto la convenzione per poter spendere presso il proprio negozio di Via Metastasio 4/F a Torino – zona Sassi, i Buoni Bebè su tutti i prodotti per l’alimentazione e l’igiene del neonato, naturalmente tutto biologico.

I Buoni Bebè sono cumulabili, ma non danno diritto a resto.

Vieni a trovarci e assicura a tuo figlio una sana alimentazione biologica.

Dove e come richiedere i voucher:

I genitori aventi diritto possono presentare la documentazione agli sportelli della propria ASL (Ufficio “Scelta e revoca del medico/pediatra” o altro ufficio individuato dall’ASL stessa) per i bambini nati dal 1.1.2012 al 31.12.2012.

Tutta la documentazione deve essere consegnata entro e non oltre il 30 aprile 2013.

L’Ufficio ASL, verificata la documentazione, predisporrà un elenco contenente i dati anagrafici e il Codice Fiscale del genitore avente diritto,  dati necessari per poter effettuare il pagamento. Al momento dell’emissione del pagamento il genitore avente diritto riceverà una comunicazione scritta dalla Regione Piemonte. Il genitore avente diritto, munito di documento di identità, Codice fiscale e comunicazione ricevuta dalla Regione Piemonte, si potrà recare presso qualsiasi sportello UNICREDIT, ubicato sul territorio piemontese, per incassare in contanti € 250,00.

Elenco dei punti dove è possibile consegnare la documentazione per richiedere il Bonus Bebè

Chi ne ha diritto:  Ogni bambino nato dal 1 gennaio 2012 al 31 dicembre 2012 residente in Piemonte la cui famiglia abbia un reddito ISEE non superiore a 38.000 Euro. Sono compresi i minori in tutela, nati del 2012, in affidamento familiare o in comunità alloggio e in affidamento pre-adottivo. Inoltre possono beneficiare del Bonus Bebè anche i bambini adottati che compiono 3 anni entro il 31.12.2012 e la cui pratica di adozione si è conclusa nell’anno 2012. Anche in questo caso, la famiglia adottiva deve avere un reddito ISEE non superiore ai 38.000 euro. La pratica di adozione si ritiene conclusa quando il minore, dopo il deposito della sentenza di adozione, ha assunto il cognome della famiglia adottiva e risulta iscritto sullo stato di famiglia dei genitori adottivi come “figlio”.