Marchi dei prodotti biologici

I prodotti biologici hanno una serie di loghi stampati sulla confezione. Relativamente al biologico i marchi sono di due tipi: pubblici e privati.

Marchi pubblici

Marchio comunitario dell’Agricoltura Biologica (anche Marchio Prodotti Biologici Italiani)

Attualmente sul mercato è possibile trovare due marchi comunitari dell’Agricoltura Biologica. Il più recente è il marchio verde rappresentante una foglia stilizzata, i cui bordi sono costituiti da stelle. L’altro, quello verde e blu con una spiga al centro, è il marchio più vecchio, non più in stampa, e rimarrà valido fino al 1° luglio 2012. L’ultimo marchio è entrato in vigore il 1° luglio 2010, ed è stato scelto attraverso un concorso istituito dall’Unione Europea a cui hanno partecipato 27 paesi.

I prodotti con questo marchio devono rispettare i Regolamenti CE 834/07 e 898/08: devono essere stati ottenuti da agricoltura biologica (almeno il 95% dei suoi componenti deve essere di natura biologica), non devono essere presenti OGM e ingredienti che abbiano subito trattamenti con radiazioni ionizzanti. Per assicurare l’effettiva qualità del prodotto biologico, prima di apporre il marchio sono stati fatti controlli accurati stabiliti dalle normative europee sia sul prodotto finito che sui processi di produzione di questo.

Continua a leggere